Recensione idropulsore Waterpik WP-400 | lavaggio denti con acqua a pressione per chi usa apparecchi ortodontici

Dovendo utilizzare un apparecchio ortodontico per correggere un morso profondo, mi sono trovato con la difficoltà della pulizia dei denti.
Purtroppo è molto difficile da pulire la parte nascosta dai bracket e dall’arco ortodontico, specie vicino alla gengiva. È molto importante tenere pulita la parte vicina alla gengiva, perchè dopo un lungo periodo le gengive possono incorrere in infiammazioni e richiedere interventi da specialisti.
Purtroppo a causa del poco spazio tra i denti non riesco ad utilizzare efficacemente lo “scovolino interdentale”, e ovviamente neanche il filo interdentale.

Avevo avuto un sistema Oral-B che abbinava lo spazzolino elettrico a un getto d’acqua (idropulsore), in pratica questo:

Ho chiesto quindi al mio dentista, durante la pulizia periodica, se potesse essere una eventuale soluzione.
Il dentista mi ha quindi consigliato di provare l’idropulsore della Waterpik (link al negozio), che sembrerebbe essere una marca molto famosa tra i dentisti.
Ho quindi scelto il Waterpik WP-400 che grazie al funzionamento a batteria e al poco spazio richiesto, mi è comodo utilizzare da tenere sul lavello. La Waterpik produce comunque altri dispositivi, senza batteria e più ingombranti, ma sicuramente più pratici e anche più economici.

Veniamo al mio giudizio dopo l’utilizzo:
– alla prima accensione richiede una carica di 24 ore, alimentatore incluso nella confezione
– incredibile ma vero, durante la carica non c’è nessun led o altra segnalazione visiva/acustica, quindi non si riesce a capire se sta caricando o se la carica è già completa. Dovo dire questo punto è un po’ fastidioso, per me una grande mancanza.
– ha solo due livelli di pressione, 1 e 2
– al livello di pressione 1, la pulizia dei denti avviene meglio di quello che pensavo
– al livello di pressione 2, incredibile ma vero, l’avevo letto anche in altre recensioni, le gengive mi sanguinano (da subito)
– l’acqua viene spruzzata in modo pulsante, si percepiscono le micro-pulsazioni
– per un utilizzo giornaliero, la batteria dovrebbe durate 2 settimane. Dopodiché lo si mette in carica durante la notte.
– vengono forniti 3 diversi ugelli e un pulitore per la lingua
– come da manuale, il dispositivo va tenuto perfettamente verticale, altrimenti l’acqua non esce
– l’ugello può ruotare completamente di 360 gradi
– aggiungere e rimuovere gli ugelli è una operazione molto semplice
– il serbatoio dell’acqua da 7 oz (0.2 litri o 200ml) dura circa 45 secondi
– ricaricare il serbatoio dell’acqua è molto semplice
– lo scopo dell’idropulsore è pulire tra i denti, e non i denti. Ovvero non sostituisce l’utilizzo dello spazzolino.

Il mio giudizio finale è molto positivo, a parte il led di ricarica, per il resto è un ottimo prodotto che fa bene il suo lavoro. Consigliato per chi porta l’apparecchio ortodontico.
Attenzione però: per me non può sostituire la normale pulizia dei denti e del filo interdentale.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.